Catarro cronico dello stomaco
(infiammazione cronica dello stomaco)

antiche ricette di erboristeria curativa2

Rimedi: radice di Angelica, Assenzio, Potentilla, Comino, Calamo aromatico, Rosmarino, foglie di Menta, Genziana, Fumaria, Cardo benedetto, Marrubio, Bistorta, Origano, Trifoglio fibrino, Tormentilla, Camomilla romana, Anice, Valeriana, Timo.

Formule:

  • Radice di Angelica
  • Assenzio
  • Potentilla
  • Comino

Parti uguali, mescolare, e una cucchiaiatina di miscela per una tazza d’acqua bollente in infuso.

  • Calamo aromatico
  • Rosmarino
  • Foglie di Menta

Stessa preparazione.

  • Genziana
  • Fumaria
  • Menta

Identica preparazione.

  • Cardo benedetto
  • Fumaria
  • Marrubio
  • Bistorta

Stessa preparazione e somministrazione.

  • Origano
  • Trifoglio fibrino
  • Tormentilla
  • Camomilla romana
  • Comino

Medesima preparazione.

  • Anice
  • Timo
  • Valeriana
  • Potentilla
  • Calamo aromatico

Stessa preparazione.

Catarro polmonare o delle vie aeree

  • Ortica comune gr 3
  • Ortica bianca gr 3
  • Fiori di Malva gr 3

Oppure

  • Piantaggine gr 3
  • Tussilagine gr 3
  • Polmonaria gr 4

Oppure

  • Petali di Violetta gr 3
  • Capuccina (Trophaelum majus) gr 4
  • Corazoncillo (Iperico) gr 3

Catarro polmonare o tisi

  • Fieno greco gr 3
  • Piantaggine gr 3
  • Finocchio gr 3

Avvertenze.

Le ricette di Erboristeria qui illustrate hanno solo un fine puramente divulgativo: non sono riferibili né a prescrizioni, né a consigli medici, né a terapie sanitarie.
Sono da ritenere esclusivamente di natura generale, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato.
Qualora si intendesse utilizzare una ricetta tra quelle contenute in questo sito si raccomanda di consultarsi prima con personale sanitario (il proprio medico di base).
In qualsiasi caso gli amministratori del sito NON si ritengono responsabili per un uso improprio delle ricette contenute nel sito e si esonerano da ogni responsabilità riguardo l’assunzione di tali ricette; ribadendo che l’utente è tenuto a consultare il parere di un MEDICO ABILITATO.