Occhi (malattie):

Infiammazione, Congestione, Congiuntivite, Indolenzimenti oculari.

antiche ricette di erboristeria curativa2

Formule:

  • Finocchio
  • Eufrasia
  • Camomilla romana

Mescolate in parti uguali. Infusione di una cucchiaiata di erbe per mezzo litro di acqua. Filtrare bene e fare delle compresse, impacchi e sgocciolamento negli occhi.

  • foglie di Malva
  • petali di Rosa
  • Ruta
  • Foglie di Noce

Mescolare in parti uguali. Utilizzare come sopra. Abbinare un depurativo del sangue.

Quantità di thè da prendere

    La dose normale giornaliera da somministrare al malato è la seguente:

  • Dose per un fanciullo fino a 1 anno : 1/15° di litro
  • “   da 1 a 2 anni: 1/10° di litro
  • “   da 2 a 3 anni: 1/8° di litro
  • “   da 3 a 4 anni: ¼° di litro
  • “   da 4 a 7 anni: 1/3° di litro
  • “  da 7 a 15 anni: ½° di litro

    Dose per adulti     da 15 a 24 anni 2/3 di litro

  • ”  da 24 anni in poi:     1 litro

Dosaggio:
Il miscuglio delle erbe del thè ha le seguenti dosi: di erbe e radici in parti uguali:

  • 1 pugno di erbe corrisponde all’incirca a 20 grammi
  • 1 cucchiaiata da minestra circa 15 grammi
  • 1 cucchiaiata da caffè (cucchiaino), circa 5 grammi

Il miscuglio delle erbe del thè ha le seguenti dosi: di due terzi di radici e un terzo di erbe:

  • 1 pugnata corrisponde a circa 30-35 grammi
  • 1 cucchiaiata da minestra circa 15 grammi
  • 1 cucchiaino da caffè circa 5 grammi 

Il miscuglio delle erbe del thè ha le seguenti dosi se si tratta di gocce: 15 a 20 gocce corrispondono a circa 1 grammo. 
Occhi Infiammazione, lacrimanti:

  • triturare foglie verdi di Prezzemolo, e con il succo ben spremuto, bagnare spesso gli occhi.

Oppure:

  • Margherita fiori gr 50. Infuso per 20 minuti in ½ litro d’acqua. Filtrare e fare impacchi.

Vista debole:

  • Rosmarino foglie gr 10, Finocchio semi gr 1, Ruta gr 10, Camomilla Eufrasia ana. 10. Infuso: 1 cucchiaio della miscela in ½ litro d’acqua. Impacchi mattino e sera.
    Stanchezza visiva:

Oppure:

  • Finocchio semi gr 21, Ruta gr 15, Rosmarino gr 20, Camomilla fiori gr 20.
    Infuso: 1 cucchiaio della miscela in gr 200 d’acqua per 1 ora. Impacchi.

Occhi: glaucoma

Contro il “glaucoma”, cioè l’aumento dell’umore acqueo contenuto nel globo oculare, per la riduzione del suo naturale assorbimento, è possibile tentare una cura per ottenere l’assorbimento regolare dei liquidi o la loro eliminazione in eccesso. Una cura interna e una esterna si ottengono con le erbe indicate, ove quella interna mira a ristabilire una circolazione della testa più regolare, allargando le arterie che irrigano il sistema nervoso della testa e del nervo ottico, combattendone la sclerosi.

Prima formula:

  • Tiglio fiori                gr 30
  • Biancospino fiori      gr 30
  • Melissa foglie           gr 15
  • Fumaria pianta          gr 10
  • Borragine fiori          gr 10
  • Menta foglie             gr 5

Mescolare le erbe, prenderne gr 5 e fare un infuso con gr 250 di acqua bollente. Riposo in tazza coperta per 20 minuti. Colare e bere tre tazzine al giorno, lontano dai pasti. Dopo 10 giorni passare alla

Seconda formula:

  • Calamo aromatico rizoma    gr 20
  • Vischio rami                         gr 40
  • Cardo santo fiori                  gr 15
  • Centaurea minore fiori         gr 15
  • Cola foglie                           gr 10

Fare un infuso a freddo, mettendo gr. 50 delle suddette erbe miscelate in gr 1000 di buon vino alcoolico o di Malaga. Macerare per 8 giorni. Filtrare e bere un bicchierino al mattino a digiuno, uno alle 11 e un terzo alle 22. Dopo 10 giorni si ricomincia con la prima formula, poi nuovamente con la seconda, e così via sino alla guarigione.

Per la cura esterna, fare dei lavaggi tiepidi all’occhio, con l’apposito bicchierino, usando:

  • Noce foglie                   gr 35
  • Piantaggine foglie        gr 35
  • Coda cavallina rami     gr 30

Fare un infuso con gr 10 della miscela di erbe, versandovi sopra gr 200 di acqua bollente. Riposo in tazza coperta per 20 minuti. Lavarsi gli occhi due volte al giorno.

Occhi: micropsia o il vedere gli oggetti più piccoli

Quando il soggetto giudica più piccoli gli oggetti fissati, si dice affetto da “micropsia”. Questo fenomeno interviene nella paralisi dell’accomodazione e della convergenza, inoltre nelle affezioni della retina o della coroide e come sintomo funzionale nella neurastenia. In tal caso bisogna procedere al drenaggio o depurazione completa del sistema nervoso, linfatico e sanguigno delle vie oftalmiche, nel tentativo di ristabilire il perduto equilibrio. Dopo di ciò, si procede ad eliminare le cause della nevrastenia, nutrendo meglio le parti depurate che devono ridare una visione ottima normale.

Allo scopo ecco le formule adatte quando tutte le altre cure siano state sospese:

  • Biancospino fiori     gr 30
  • Melissa foglie     gr 15
  • Fumaria pianta     gr 10
  • Borragine fiori     gr 10
  • Menta foglie     gr 5

Fare un infuso come il thè, bollendo gr 250 di acqua e versandoli su gr 10 della suddetta miscela. Riposo 20 minuti. Colare e bere 3 tazzine al giorno, lontano dai pasti.

Dopo 10 giorni sospendere questa formula e passare alla seguente:

  • Calamo aromatico rizoma     gr 20
  • Vischio rami             gr 40
  • Cardo santo fiori             gr 15
  • Centaurea minore fiori         gr 15
  • Cola foglie                 gr 10

Mettere del tutto a freddo solo gr 50, in gr 1000 di ottimo vino di Malaga o bianco alcoolico. Macerazione 8 giorni. Filtrare col colino. Bere un bicchierino al mattino a digiuno, uno alle 12 ed il terzo alle 22, sempre lontano dai pasti. Dopo 10 giorni di questa cura, passare alla terza formula.
Queste prime due servono per ristabilire una buona circolazione cefalica, allargando le arterie che irrorano il sistema nervoso della testa e del sistema ottico e combattendo la sclerosi.
La terza formula serve per combattere la paralisi di quelle parti nervose che facilitano la microspia. Questa formula si sperimenta cessando le altre due precedenti.

  • Primula radice     gr 60
  • Basilico foglie     gr 20
  • Timo pianta     gr 20

Mescolare e prendere 10 grammi delle erbe e versare sopra di esse gr 300 di acqua bollente. Riposo 30 minuti. Colare e bere tre tazzine 3 tazzine al giorno a digiuno. Dopo 10 giorni passare alla seguente affine:

  • Valeriana radice     gr 50
  • Eupatoria radice     gr 30
  • Issopo foglie     gr 20

Fare un infuso con gr 5 di erbe miscelate in gr 200 di acqua bollente. Colare e bere due tazzine al giorno. Dopo 5 giorni di sosta ricominciare tutto da capo.

NOTA

Badare allo stato sessuale, se vi sono dispersione sessuali di masturbazione o astinenza forzata e rimediare. Fare massaggi di tutto il corpo, mangiare poco e spesso. Insalata di carne cruda, carote crude. Assorbire le vitamine del gruppo A che fanno bene alla vista e alla crescita, attraverso vegetali possibilmente crudi: asparagi, broccoli, cardo, cavoli, carote, crescione, fate, frumento, lattuga, patate piselli, pepe, pomodoro, spinaci, trifoglio, zucca. E del gruppo antireumatico B, ove oltre a quelli sunnominati abbiamo: cavolfiori, sedano, ananasso, arance, banane, datteri, fragole, limoni, mele, pistacchio, susine, uva, noci. Cambiare clima e cercare la località e l’altitudine più adatta.

Occhi: retinite emorragica

Occorre innanzitutto un controllo delle funzioni renali e dello zucchero del sangue. Tenendo i reni ben depurati si ha un’azione positiva sulla retina. Altri vantaggi si ottengono rinforzando le vie arteriali e nervose della testa. E’ necessario quindi far ricorso alla seguente formula:

  • Tiglio fiori             gr 30
  • Biancospino           gr 30
  • Melissa foglie        gr 15
  • Fumaria pianta       gr 10
  • Borragine fiori       gr 10
  • Menta foglie           gr 5

Fare un infuso con gr 10 delle suddette erbe ben mescolate in gr 250 di acqua bollente, in un recipiente coperto e non metallico. Tenere in riposo 20 minuti. Colare e bere 3 tazzine da caffè al giorno, lontano dai pasti. L’infuso si prepara come il thè.

Dopo 10 giorni passare alla seguente formula:

  • Calamo aromatico rizoma    gr 30
  • Vischio rami                         gr 40
  • Cardo santo fiori                  gr 15
  • Centaurea minore fiori         gr 15
  • Cola foglie                           gr 10

Fare un infuso con gr 10 della miscela in gr 200 di acqua. Colare e bere una tazzina 20 minuti prima di pranzo e di cena. Proseguire per 10 giorni, quindi tornare alla prima formula, ripetendole alternativamente sino ad avere ottenuto dei buoni risultati.

Avvertenze.

Le ricette di Erboristeria qui illustrate hanno solo un fine puramente divulgativo: non sono riferibili né a prescrizioni, né a consigli medici, né a terapie sanitarie.
Sono da ritenere esclusivamente di natura generale, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato.
Qualora si intendesse utilizzare una ricetta tra quelle contenute in questo sito si raccomanda di consultarsi prima con personale sanitario (il proprio medico di base).
In qualsiasi caso gli amministratori del sito NON si ritengono responsabili per un uso improprio delle ricette contenute nel sito e si esonerano da ogni responsabilità riguardo l’assunzione di tali ricette; ribadendo che lutente è tenuto a consultare il parere di un MEDICO ABILITATO.