Archive for the ‘ Dolci e Dessert ’ Category

Torta Mandorlata.

Torta Mandorlata.

Si tratta di una croccante pasta frolla con mandorle che racchiude una morbidissima crema di ricotta e amaretti.

La torta mandorlata è praticamente una pasta frolla in briciole con un ripieno strepitoso, semplicissima da preparare, dal successo garantito. Provatela….non ne resterete delusi!

 

INGREDIENTI

Per il ripieno:

  •  300 g di ricotta
  •  1 confezione di amaretti
  •  100 g di zucchero
  •  1 uovo

Per la pasta:

  •  300 g di farina bianca 00
  •  1 bustina di lievito in polvere per dolci
  •  100 g di burro
  •  150 g di zucchero
  •  1 uovo
  •  50 g di mandorle

Per la decorazione:

  •  zucchero a velo

 

PROCEDIMENTO

Preparare prima la crema.

Tritare finemente gli amaretti in un mixer, e metterli da parte in una ciotola.

Introdurre nel mixer la ricotta, l’uovo e lo zucchero; mixare fino ad ottenere una crema morbida.

Versare la crema preparata, nella ciotola degli amaretti tritati e mescolare con un cucchiaio per amalgamare bene tutti gli ingredienti e metterla da parte.

Prepariamo la frolla che comporrà la base e la parte superiore della mandorlata.

Tritare le mandorle con il mixer.

In una scodella capiente unire la farina, l’uovo, lo zucchero, il lievito ed il burro.

Impastare velocemente con le mani per avere un composto “sbriciolato” e incorporare le mandorle tritate.

Mettere da parte in frigorifero, se fa caldo.

Imburrare ed infarinare una tortiera.

Dividere la frolla in due parti uguali.

Mettere sul fondo della tortiera metà dell’impasto che andrà lasciato sbriciolato.

Stendervi sopra il ripieno di ricotta all’amaretto.

Ricoprire con la seconda metà di frolla che andrà anch’esso lasciato sbriciolato.

Cuocere la torta mandorlata in forno caldo a 180° per 30 minuti circa.

Sfornarla e lasciarla raffreddare.

Quando la torta mandorlata sarà ormai fredda spolverizzarla con dello zucchero a velo.

Frappe al Forno (chiacchiere)

Frappe al Forno

(chiacchiere)

Vi propongo la ricetta delle Frappe al forno (le Chiacchiere per intenderci) perché, anche se la tradizione vuole che siano fritte, farle al forno è una valida alt3rnativa per chi è sempre a dieta e passa il tempo a contare le calorie.

Queste Frappe al forno, per esempio, sono golose e sicuramente molto più digeribili di quelle fritte e quindi una tentazione per tutti.

Inoltre, preparare queste Frappe sarà più facile e veloce rispetto alla ricetta tradizionale, e alla fine non ci saranno odori di fritto in cucina.

Ingredienti:

  • 500g Farina 00
  • 3 Uova Intere
  • 100g Burro
  • 100 g Zucchero Semolato
  • ½ Bicchiere Vino Bianco (circa 75g)
  • ½ Bicchiere Anice (Liquore) (circa 75g)
  • 1 Limone + la sua Buccia Grattugiata
  • 1 Pizzico di Sale
  • 1 Bustina di Lievito per Dolci
  • Zucchero a Velo Q.B.

 

Procedimento:

In una ciotola fate la fontana con la farina e lo zucchero, rompete al centro le uova e cominciate ad impastare.

Incorporate il Burro fuso, il vino bianco, tre cucchiai di succo di limone e la buccia grattugiata del limone.

Aggiungete il liquore di Anice poco alla volta, e regolatevi in modo da ottenere un impasto sodo e non molle. (Nel caso regolatevi aggiungendo un po’ di farina all’impasto.)

In fine aggiungete il Lievito per Dolci e un pizzichino di sale.

Avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per mezz’ora circa.

Riprendete l’impasto e stendetelo in una foglia sottile, utilizzando la macchinetta per la pasta.

Sistematele in una teglia da forno rivestita con Carta da Forno, ritagliate le vostre chiacchiere con la rotellina per la pasta.

A questo punto è necessario tenere le Frappe, così sistemate, in frigorifero per almeno mezz’ora.

Accendete il forno a 180 °C (se ventilato, altrimenti a 200°C) e quando arriva a temperatura, infornate le Frappe appena uscite dal frigorifero.

Fatele cuocere per una decina di minuti, devono risultare appena dorate.

Una volta sfornate, le Frappe, lasciatele intiepidire e poi cospargetele di zucchero a velo.

Risultato? Frappe friabili, leggere e piene di bolle.

Ci tengo a sottolineare che le Frappe che vedete nella foto sono proprio appena sfornate, non sono fritte come qualcuno crede, il colore della frittura d’altronde è un altro!

Note e Consigli.

La migliore ricetta per le Frappe al forno è senz’altro questa ma, come spesso accade, si possono apportare modifiche o migliorie: eccone alcune.

E’ possibile sostituire il burro con un’uguale quantità di olio di semi.

La temperatura del forno può variare in base al vostro forno, di conseguenza è possibile utilizzare il forno a 220°C per un tempo minore.

Fare attenzione; se la superficie delle Frappe appare troppo colorita prima che si gonfino abbassare la temperatura a 180 °C, o proteggere i dolcetti con carta alluminio o da forno.

Biscotti al Mandarino

Biscotti al Mandarino

biscotti-al-mandarino

Un’Alt3rnativa esclusiva per questa ricetta semplice, veloce e profumatissima da realizzare per dei delicatissimi biscotti aromatizzati al mandarino. Ottimi a colazione, ideali per una dolce pausa genuina e golosa, perfetti da gustare con il The o da regalare ad amici o parenti.

La pasta è molto soffice, burrosa, spumosa e delicata. Con un sapore delicato al mandarino sono facili da fare e sono sempre un successone!

Tempo di preparazione: 20 min.

Tempo di riposo: 60 min in frigorifero.

Tempo di cottura: 10 min

Forno: 180°

Ingredienti per circa 40 Biscottini:

  • 120 gr di zucchero semolato
  • 100 gr di burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • La Buccia di 4 Mandarini (Lavati e puliti con una spugnetta sotto l’acqua corrente)
  • 300 gr di Farina di grano tenero tipo 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo q.b.
  • 1 dl acqua minerale non gasata

Prendiamo la buccia di 4 Mandarini mettiamoli in un pentolino con 120 g di zucchero e 1 dl di acqua e lasciamoli bollire una decina di minuti affinché tutto lo zucchero sia sciolto e le Bucce abbiano rilasciato il loro aroma.

Una volta raffreddati filtreremo lo sciroppo ottenuto che conserveremo per l’impasto dei Biscotti.

Adesso iniziamo la preparazione dei Biscotti montando l’Uovo e il Burro in una scodella fino a formare una crema.

Una volta amalgamato aggiungere lo sciroppo filtrato, la farina e il Lievito ed impastare il tutto fino ad ottenere un panetto molto morbido.

Far riposare l’impasto in frigo per circa 1 ora.

Riprendere l’impasto e, con l’aiuto di una grossa siringa per Dolci, formare degli stampini direttamente sulla teglia da forno, spolverarli con dello zucchero a velo e infornate a 180°

Cuocere per 10 miniti, poi lasciate raffreddare prima di servire.

Questi biscotti al Mandarino sono profumati, friabili e si preparano in poco tempo.

Crema Catalana Originale

Crema Catalana Originale

catalana-originale

La crema catalana, come suggerisce il suo nome, è una soffice crema ricoperta da zucchero di canna, croccante, tipico della Catalogna.

Questo dessert non è particolarmente difficile da preparare, il consiglio è quello di dotarsi del bruciatore alimentare per caramellare lo zucchero di canna sulla superficie e ottenere la crosticina croccante; caratteristica fondamentale della crema catalana.

Ricetta classica: Ingredienti
  • 4 tuorli d’uovo
  • 300 ml di latte
  • 300ml di panna
  • 1/2 stecca di cannella
  • 40 g di Amido di Mais (Maizena)
  • 100 g di zucchero semolato
  • zucchero di canna
  • Vanillina
  • Tempo Preparazione: 20 minuti
  • Tempo Cottura: 15 minuti
  • Tempo Riposo: 3 ore
  • Dosi: 6 persone
  • Difficolta’: Facile

Procedimento

Montate i rossi delle uova, privi dell’albume, con lo zucchero: dovrete ottenere una crema soffice e spumosa.

In un’altra ciotola mettete la Maizena setacciata e scioglietela con due cucchiai di latte.

Versate il restante latte, la panna e la stecca di cannella in una casseruola e portate dolcemente a ebollizione.

Toglietelo dalla fiamma, togliete la cannella e lasciatelo raffreddare leggermente: versate quindi il latte nella ciotola con le uova e lo zucchero.

Trasferite la crema in una casseruola e fatela bollire a fuoco moderato, mescolando sempre con un cucchiaio di legno. Fate cuocere fino a che il cucchiaio non inizierà a velarsi.

Lasciate raffreddare la crema a temperatura ambiente, poi mettete le coppette in frigo per circa 3 ore.

Quando sarà giunto il momento di servire la crema catalana, cospargete la superficie di zucchero di canna e utilizzate l’apposito bruciatore da cucina per caramellare lo zucchero e formare la caratteristica crosticina. Se non avete a disposizione il bruciatore potete passarla per pochi minuti sotto il grill del forno molto caldo.

Lasciate raffreddare per qualche minuto per dar modo allo zucchero di solidificare e diventare croccante.

Baci di Giuda

Baci di Giuda

baci-di-giuda

State cercando una ricetta super golosa, senza cottura e veloce da preparare? E allora l’avete trovata!

Basta assemblare tutti gli ingredienti e otterrete i Baci di Giuda.

I Baci di Giuda sono dei buonissimi dolcetti imbevuti nel caffè, uniti con il mascarpone e passati nel Cocco disidratato o nel Cacao Amaro o negli Zuccherini colorati per dolci o nelle scagliette di Cioccolato Bianco grattugiato… ecc.

Un’ottima Variante consiste nel sostituire il Mascarpone con una Buona Marmellata.

Ingredienti per 30 Baci.

  • 400g di Amaretti
  • 200g di Mascarpone
  • Caffè q.b.
  • Cocco Disidratato q.b.
  • Cacao Amaro qb
  • Zuccherini Colorati per Dolci q.b
  • Pirottini (una confezione)

Preparazione.

Preparare il caffè (non zuccherare) e farlo raffreddare.

Intingere gli Amaretti, uno alla volta, velocemente nel caffè, mettere un cucchiaino di mascarpone nell’amaretto e chiuderlo con un’altro Amaretto, infine rotolare il Bacio di Giuda nel Cacao, o nel Cocco, o negli zuccherini colorati.

Metterli nei Pirottini e sistemarli in un vassoietto, fare la stessa cosa con gli altri Amaretti.

Riporli in frigorifero e farli riposare almeno 2 ore per farli ammorbidire. Ma sono buonissimi anche se si mangiano subito.

Servire i Baci di Giuda agli Amici.

Mousse di Cioccolata

Mousse di Cioccolata

Ricetta, Del Gobbo.

mousse-di-cioccolato

 

La mousse al cioccolato, è un dessert molto delicato ed altrettanto facile da preparare.

Indicato dopo un pranzo o una cena, io la consiglio anche come merenda per i più piccoli.

Ingredienti:

  • Cioccolato Fondente Amaro, un Blocco; (150 gr)

  • Zucchero; 50 cucchiaini (200 gr)

  • Doppia Crema; (panna, 400 ml)

  • Uova; 6

Tagliare il cioccolato a pezzetti e farlo sciogliere a bagnomaria.

Montare la panna.

In un recipiente sbattere i tuorli d’uovo con lo zucchero fino ad ottenere uno zabaglione ben montato.

Incorporare il cioccolato tiepido e la panna montata nello zabaglione.

In ultimo, montare a neve le chiare d’uovo e mescolatele delicatamente al composto.

Versare la mousse direttamente nelle scodelline e riponetele, a riposare, in frigorifero (no in freezer) per almeno 2 ore

Prima di servire, spolverare con delle scaglie di cioccolato fondente la Mousse; servirà ad armonizzarne il gusto molto dolce.

Torta Sbrisolona Rimacinata

Torta Sbrisolona Rimacinata

trota-sbrisolona

La Torta Sbrisolona è un classico della cucina italiana, di origine lombarda e precisamente, mantovana.

Come indica anche il nome, la sua particolarità è quella di sbricciolarsi molto facilmente ed è proprio questa particolarità che la rende così buona.

Come per tutte le torte tradizionali sono molte le varianti di questa ricetta; in alcune ricette cambiano gli ingredienti usati per la preparazione in altre ricette quelli usati per la farcitura.

Noi abbiamo scelto di proporvi una variante con Farina di Semola Rimacinata e Maizena.

La scelta e data per esaltarne il gusto e il profumo e renderla certamente più golosa.

Perfetta per una colazione grintosa o uno spuntino energetico.

Ingredienti

  • 200 g. Farina di Mais Fumetto
  • 150 g. Farina di Semola Rimacinata
  • 50 g. Maizena (Amido di Mais)
  • 150 g. Mandorle Sgusciate
  • 200 g. Burro
  • 200 g. Zucchero
  • 3 Rossi d’Uovo
  • 1 Bustina di Vanillina
  • 1 Pizzico di Sale

 

Preparazione:

In un Mixer unite e mescolate insieme la Farina di Mais, la Farina di Semola Rimacinata, la Maizena, lo Zucchero, il Pizzico di sale e la Vanillina.

Aggiungete i 3 tuorli d’Uovo e mixate il tutto.

Aggiunge il Burro ammorbidito a temperatura ambiente ed amalgamate il tutto, facendone un impasto omogeneo,

Incorporate le mandorle all’impasto.

In una tortiera rivestita con carta forno rovesciate l’impasto a piccoli grumi facendoli cadere a pioggia, pressate dolcemente fino ad ottenere una superficie omogenea.

Infornate a forno caldo e ventilato a 160° per 30 minuti (fin quando non sarà dorato e asciutto) a cottura ultimata lasciare raffreddare nel forno caldo leggermente aperto.

Torta di Mele Rimacinata

Torta di Mele Rimacinata

Torta Rimacinata di Mele

La torta di mele preparata con la Semola Rimacinata è veloce, gustosa, adatta a tutti e perfetta da mangiare a colazione.

L’uso della Semola Rimacinata nelle preparazioni dei dolci è molto interessante ed è una scelta che trova molti consensi.

Ingredienti:

  • 3 Mele
  • 3 Uova Intere
  • 130 gr Burro
  • 200 gr di Zucchero
  • 200 gr di Farina, tipo 00
  • 200 gr di Farina di Semola Rimacinata
  • 50 gr Amido di Mais (Maizena)
  • 1 Cucchiaino di Cannella in Polvere
  • 1 Lievito per Dolci
  • 1 Vanillina
  • Zucchero al Velo

Preparazione.

  1. Accendiamo il forno a 180° per portarlo in temperatura e foderiamo (o imburriamo e infariniamo) una teglia dal diametro di 24 cm. (Riponetelo in frigorifero per rassodare il Burro).

  2. Nel frattempo prepariamo le mele, sbucciamole e tagliamole a fette sottilissime, non si scuriranno perché la preparazione dell’impasto è talmente veloce che non ne avranno il tempo. (teniamone da parte qualche fetta per decorare in superficie la nostra torta)

  3. Prepariamo in una ciotola tutte le farine, mescolando insieme, la farina 00, la semola rimacinata, la Maizena, la vanillina e il cucchiaino di cannella in polvere .

  4. Per impastare, normalmente, il pasticcere utilizza una planetaria con gancio a foglia o frusta K, voi potreste utilizzare delle fruste elettriche o quello che avete a disposizione (se avete il Bimby andrà benissimo) meglio evitare le mani.

  5. Lavoriamo nel Mixer lo zucchero con il burro, inseriamo le uova uno alla volta attendendo che il composto incorpori sempre prima l’uovo precedente, fino ad ottenere una crema spumosa alla quale aggiungiamo le farine e, per ultimo, il lievito.

  6. Versiamo all’impasto, nel Mixer, le fettine di mela tagliate sottilissime e mescoliamo il tutto in modo tale che, le mele, pur rompendosi diventino un tutt’uno con l’impasto.

  7. Versate ora l’impasto nella Tortiera; distribuendolo in modo omogeneo con l’aiuto di una spatola e disponiamo in superficie le nostre fettine di mela che avevamo tenuto da parte.

  8. Inforniamo in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. (o, se il forno è ventilato, a 160° per 35 minuti circa). Una volta cotta, sforniamo e lasciamola freddare su una gratella.

  9. Spolverare con Zucchero al Velo e servirla.

Ciambella all’Anice Stellato

Ciambella all’Anice Stellato

Ciambella all'Anice Stellato

Difficoltà e costo: molto bassa ; Preparazione: 15 min ; Cottura: 35 min ; Dosi per: 6/8 persone

Ingredienti:

  • 150g Farina di Semola Rimacinata
  • 130g Burro Morbido
  • 140g Zucchero
  • 2 Uova Intere + 3 Tuorli
  • 50g Maizena (amido di Mais)
  • 50g Anice Stellato (ne serviranno solo 2 cucchiaini)
  • 1 Pizzico di Sale
  • 3 Cucchiai di Anice (liquore)
  • 1 Bustina di Lievito per Dolci
  • Zucchero a Velo per Decorare

Procedimento:

Iniziamo polverizzando l’Anice stellato, mettendolo nel boccale del Mixer per 20 secondi a velocità 5; preleviamone solo 2 cucchiaini e conserviamo il resto in un vasetto ben chiuso.

Impostiate il forno a 180° e preparate lo stampo, imburrandolo con l’aiuto di un pennello, assicurandovi di raggiungere ogni scanalatura e infarinandolo (Riponetelo in frigorifero per rassodare il Burro).

Per impastare, normalmente, il pasticcere utilizza una planetaria con gancio a foglia o frusta K, voi potreste utilizzare delle fruste elettriche o quello che avete a disposizione (se avete il Bimby andrà benissimo) meglio evitare le mani.

Quindi inseriamo nel boccale lo zucchero e lo polverizziamo per 10 secondi a velocità 10.

Aggiungiamo il burro e montiamo per 45 secondi a velocità 4 fino a farlo diventare spumoso.

Inseriamo ora le uova e i tuorli uno alla volta attendendo che il composto incorpori sempre prima l’uovo precedente.

Uniamo insieme la Farina di Semola Rimacinata, l’anice stellato polverizzato, la Maizena, il pizzico di sale e L’Anice liquore.

Incorporarle un po alla volta all’impasto precedente mescolando per 30 secondi a velocità 5.

Aggiungere il lievito e amalgamare ulteriormente per 20 secondi a velocità 4.

Versate ora l’impasto nella Tortiera a forma di Ciambella; distribuendolo in modo omogeneo con l’aiuto di una spatola e cuocerlo in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. (o, se il forno è ventilato, a 160° per 35 minuti circa).

A cottura ultimata, sforniamo e lasciamo raffreddare dentro al forno spento e con lo sportello aperto.

Ora possiamo spolverizzarlo con dello zucchero a velo e servirlo a fette, questo dolce si presta bene pure accompagnato con delle creme a piacere.

 

Conservazione:

Potete conservare il dolce intero o a fette avvolto nella pellicola trasparente, per 5 o 6 giorni fuori dal frigo.

E’ possibile anche congelarlo da cotto, per un massimo di 30 giorni.

 

Consigli:

Potete anche sostituire l’Anice liquore con un liquore alle erbe “Dolce” o uno a vostra scelta.

Ciambella Rimacinata alle Nocciole

Ciambella Rimacinata alle Nocciole

Ciambella Rimacinata alle Nocciole

Difficoltà e costo: molto bassa ;

Preparazione: 15 min ;

Cottura: 35 min ;

Dosi per: 6/8 persone

Ingredienti:

  • 150g Farina di Semola Rimacinata
  • 130g Burro Morbido
  • 140g Zucchero
  • 2 Uova Intere + 3 Tuorli
  • 50g Maizena (amido di Mais)
  • 60g Nocciole Tostate
  • 1 Pizzico di Sale
  • 3 Cucchiai di Amaretto di Saronno (in alt3rnativa un liquore Dolce alle Erbe)
  • 1 Bustina di Lievito per Dolci
  • Zucchero a Velo per Decorare

Procedimento:

Iniziamo preriscaldando il forno a 180° e preparando lo stampo, imburrandolo con l’aiuto di un pennello, assicurandovi di raggiungere ogni scanalatura e infarinandolo (Riponetelo in frigorifero per rassodare il Burro).

Normalmente il pasticcere utilizza una planetaria con gancio a foglia o frusta K, voi potreste utilizzare delle fruste elettriche o quello che avete a disposizione (se avete il Bimby andrà benissimo) meglio evitare le mani.

Mettiamo nel boccale del Mixer le nocciole e polverizziamole per 20 secondi a velocità 5; il trito ottenuto mettiamolo da parte.

Quindi inseriamo nel boccale lo zucchero e lo polverizziamo per 10 secondi a velocità 10.

Aggiungiamo il burro e montiamo per 45 secondi a velocità 4 fino a farlo diventare spumoso.

Inseriamo ora le uova e i tuorli uno alla volta attendendo che il composto incorpori sempre prima l’uovo precedente.

Uniamo insieme la Farina di Semola Rimacinata, il trito di nocciole polverizzate, la Maizena, il pizzico di sale e L’Amaretto di Saronno.

Incorporarle un po alla volta all’impasto precedente mescolando per 30 secondi a velocità 5.

Aggiungere il lievito e amalgamare ulteriormente per 20 secondi a velocità 4.

Versate ora l’impasto nella Tortiera a forma di Ciambella; distribuendolo in modo omogeneo con l’aiuto di una spatola e cuocerlo in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. (o, se il forno è ventilato, a 160° per 35 minuti circa).

A cottura ultimata, sforniamo e lasciamo raffreddare dentro al forno spento e con lo sportello aperto.

Ora possiamo spolverizzarlo con dello zucchero a velo e servirlo a fette, questo dolce si presta bene pure accompagnato con delle creme a piacere.

Conservazione:

Potete conservare il dolce intero o a fette avvolto nella pellicola trasparente, per 5 o 6 giorni fuori dal frigo.

E’ possibile anche congelarlo da cotto, per un massimo di 30 giorni.

Consigli:

Tostate le nocciole e le mandorle in forno o nel microonde, fatele raffreddare bene, poi frullatele nel Mixer o Bimby per ridurle in farina.

Potete anche sostituire il l’Amaretto di Saronno con un liquore alle erbe “Dolce” o uno a vostra scelta.