Valdostana di Vitello

Valdostana di Vitello

Preparazione.

Ripulite le costolette da eventuali schegge di osso e pellicine.

Con un coltellino ben affilato e appuntito praticate un’incisione orizzontale nella carne, dal lato opposto dell’osso, ottenendo da ogni costoletta una specie di tasca aperta su un solo lato.

Tagliate a fettine il formaggio e il tartufo e mettetene un poco all’interno di ciascuna costoletta, senza riempirla troppo.

Battete quindi il bordo della costoletta con il batticarne in modo che i due strati di carne aderiscano il più possibile e non lascino uscire il ripieno.

Salate e pepate le costolette, infarinatele e scuotetele un poco per far cadere l’eccesso di farina.

Sbattete le uova con un pizzico di sale e immergetevi la carne, rivestendola.

Passate infine le costolette nel pangrattato.

Sciogliete metà burro in una padella che possa contenere tre costolette e, quando è caldo, adagiatevi la carne impanata e fatela dorare da entrambe le parti, girando spesso e cuocendola per circa 8-10 minuti per parte.

Sistemate le costolette cotte su un piatto rivestito con carta assorbente da cucina e tenetele in caldo.

Ripulite la padella con altra carta, mettetevi il resto del burro e, quando è caldo, cuocete le costolette rimaste.

Scolate le costolette su carta assorbente e servitele con patatine fritte e insalata verde.

Vini di accompagnamento:

Riesling Italico “Frizzante” Oltrepò Pavese, Alto Adige Pinot Bianco “Spumante”, Malvasia “Frizzante” Colli Di Parma.

alt3rnativa

Il segreto di un’ottima cucina è quello di usare la vostra esperienza, nel dosare gli ingredienti, per assecondare al meglio i vostri gusti.